🤒 Solo per oggi TERMOMETRO DIGITALE  a soli € 2,90 🤒

Assistenza clienti 3347720502    dal Lun. a Ven.: 9:00-12:30 - 15:30-18:00

🤒 Solo per oggi TERMOMETRO DIGITALE  a soli € 2,90 🤒

Iperidrosi: cos'è, cause e rimedi

Iperidrosi: cos'è, cause e rimedi

La sudorazione eccessiva interessa circa il 5% della popolazione ed è egualmente ripartita per sesso e fasce d’età. Colpisce soprattutto le ascelle, il palmo delle mani, i piedi e il volto e, per molti, rappresenta un fastidio imbarazzante e invalidante. Vediamo cos’è l’iperidrosi e come affrontarla!

01/06/2022 19:24:00 | nowfarma

Sudare è fisiologico. Non solo, sudare è necessario affinché il nostro corpo mantenga una temperatura corretta, compresa, in media, tra i 35,2° e i 36,9°.

L’organo pelle avverte la temperatura esterna e, se necessario, agisce mediante la sudorazione per disperdere calore nell’ambiente. Questo lavoro è regolato da stimoli del sistema nervoso simpatico.

Un adulto produce circa mezzo litro di sudore al giorno.

 

Sudorazione eccessiva: le cause

La sudorazione eccessiva viene definita iperidrosi.

Se non si riscontrano cause specifiche alla base del fenomeno, si parla di iperidrosi essenziale o primaria. Essa si sviluppa solitamente in età giovanile e coinvolge soprattutto le ascelle e le mani.

L’origine dell’iperidrosi primaria è, il più delle volte, di tipo genetico, ereditario, ma possono anche giocare un ruolo importante gli stimoli emotivi e psicologici.

A chi non è capitato, in momenti di tensione, paura o rabbia, di sudare eccessivamente senza che all’esterno facesse caldo?

Si parla, invece, di iperidrosi secondaria quando a generare il fenomeno della sudorazione eccessiva ci sono patologie accertate o particolari situazioni: ipertiroidismo, obesità, terapie farmacologiche, menopausa…

 

Come risolvere il problema?

Esistono rimedi semplici ed efficaci per chi suda molto, non risolutivi del problema, bensì capaci di limitarne gli effetti fastidiosi.

Chi soffre di iperidrosi deve, innanzitutto, curare molto la propria igiene personale, con lavaggi e cambio di indumenti frequenti.

Estremamente utile è l’impiego di antitraspiranti, deodoranti che non solo riducono il proliferare dei batteri lasciando la pelle profumata, ma bloccano parzialmente l’attività delle ghiandole sudoripare. Essi si avvalgono solitamente di sali di alluminio, ma sono delicati e ben tollerati dalla cute.

Ovviamente l’utilizzo di antitraspiranti è limitato all’area delle ascelle.

Impiegabili anche per altre aree del corpo sono le iniezioni di tossina botulinica (botox), efficaci al’80% circa e da ripetersi ogni 6 mesi, e i trattamenti di ionoforesi, consistenti nell’applicazione di deboli correnti elettriche, anch’essi da ripetere con frequenza.

 

Nowfarma consiglia:

Perspirex Antitraspirante Roll On, deodorante anti-traspirante per il controllo della sudorazione e dei cattivi odori. Formula clinicamente testata, protezione per 3,5 giorni.

Stress Resist Vichy, deodorante anti-traspirante che regola la sudorazione eccessiva per 72 ore, anche in condizioni di stress e lasciando respirare la pelle.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici